Meizu M2 Note innovazione e tecnologia

Meizu si sta facendo sempre più conoscere nel mondo della tecnologia grazie a dispositivi mobili di assoluto valore e a prezzi più che vantaggiosi. Un chiaro esempio è rappresentato da M2, smartphone che punta su semplicità, convenienza e dimensioni piuttosto generose. Ho scelto di acquistarlo su un rivenditore online e non me ne sono pentito assolutamente!

Meizu M2 non è altro che l’ennesima dimostrazione di quanto il produttore cinese si stia facendo strada con modelli di elevata qualità. Il prodotto è facile da tenere in mano e si contraddistingue per una netta praticità e comodità. I materiali non sono da considerarsi propriamente premium, ma il modello resta di sicuro affidamento. Peccato per l’assenza del lettore d’impronte digitali, ma tale tecnologia non è così indispensabile. Contiene un display da 5,5 pollici con risoluzione Full HD da 1920 x 1080 pixel e tecnologia IPS. Si lascia preferire per una definizione più che sufficiente e una luminosità ben regolabile in automatico. Per quanto riguarda il comparto hardware, abbiamo a che fare con uno smartphone equipaggiato con un processore Mediatek MT6753 a 64 bit, da otto core e con una frequenza massima di clock fissata a 1,3 GHz. È abbinato ad una scheda grafica Mali T720, ad una memoria RAM di 2 GB e ad uno spazio di archiviazione disponibile di 16 GB. Quest’ultimo è facilmente espandibile tramite una scheda microSD fino a 128 GB.

Mobile phone

Meizu M2 supporta pienamente le reti 4G LTE e può contenere al suo interno la Dual SIM. È compatibile anche con la connessione Wi-Fi a doppia banda, il GPS e il Bluetooth nella versione 4.0. Più che interessante anche il settore fotografico. Il device è fornito infatti di un sensore posteriore da 13 megapixel, ricco di funzioni che lo valorizzano ulteriormente. La fotocamera frontale raggiunge invece una risoluzione massima di 5 megapixel. Molto alta anche la qualità dei video, con una registrazione possibile in Full HD. Meizu M2 funziona grazie ad un sistema operativo Android 5.1 Lollipop, anche se personalizzato con un’interfaccia utente FlyMe sviluppata e realizzata proprio dal brand cinese. È alimentato da una batteria al litio dalla capacità di 3100 mAh.

Meizu M2 ha sicuramente tra i suoi punti di forza il prezzo. Con poco meno di 200 euro si può portare a casa un dispositivo mobile di sicuro affidamento e con numerose features tutte da scoprire!

Xiaomi un brand una garanzia

Per entrare in possesso di uno smartphone affidabile e dalle ‘top performance’ non è più necessario spendere cifre esagerate. Acquistando un cellulare di ultima generazione prodotto dal brand cinese Xiaomi, infatti, si ottengono le medesime funzioni di un telefono di alta fascia, come quelli commercializzati da Samsung, Apple e HTC.

Lo smartphone Xiaomi consigliato per coloro che esigono le massime performance è il modernissimo Mi5, appena lanciato dall’azienda asiatica. Il design raffinato, il vetro curvo e il profilo sottile conquistano immediatamente lo sguardo e il tatto, grazie al peso di appena 129 grammi. Di grande impatto il display display in HD da 5,15 pollici, il quale regala colori brillanti e un’elevata luminosità anche in pieno giorno. Per quanto concerne le specifiche tecniche, lo Xiaomi Mi5 è dotato di un processore Snapdragon 820 da 1,8 GHz, di 4 Gigabyte di RAM e di una memoria interna che può arrivare fino a 128 Gigabyte. Dal punto di vista software, il modello conta sul sistema operativo Android 6.0 Marshmallow, innovativo OS sviluppato da Google.

Smartphone

L’insieme di tali caratteristiche consente di ottenere prestazioni straordinarie da ogni punto di vista, dalla navigazione su internet alla visione di video in alta definizione, dal game-play con i videogiochi di ultima uscita all’utilizzo delle app più avanzate. Lo smartphone di Xiaomi soddisfa appieno gli appassionati di foto e di video: il cellulare dispone di una fotocamera principale da 16 Megapixel con sensore Sony, di uno stabilizzatore ottico a 4 assi, di autofocus PDAF e di un doppio flash, attraverso cui è possibile realizzare scatti di estrema nitidezza e video in Full HD. La fotocamera secondaria ha un sensore da 4 Megapixel e garantisce lo scatto di ‘selfie’ di livello eccezionale.
Proprio come i cellulari appartenenti alla fascia top, lo Xiaomi Mi5 è provvisto di un lettore per il riconoscimento delle impronte digitali: tramite il sensore in questione si impedisce l’accesso indesiderato a file e dati personali, massimizzando la sicurezza in caso di smarrimento o di furto del telefonino.
E infine la connettività: lo smartphone è munito del modulo WiFi, indispensabile per connettersi alle reti domestiche, dei sistemi Bluetooth ed NFC, per associarsi ad altri dispositivi e a periferiche senza fili, e della connettività 4G, la quale permette di accedere alle reti mobili ad alta velocità.

Acquistare uno smartphone come lo Xiaomi Mi5 è una scelta intelligente e lungimirante, perfetto mix tra convenienza e qualità. E l’azienda asiatica assicura le medesime garanzie e la stessa affidabilità offerte dai produttori più blasonati.

Bambini in festa sempre alla moda

Primavera, aria di festa! Con l’arrivo della bella stagione, si moltiplicano le occasioni di partecipare a una cerimonia. Tra comunioni, cresime e matrimoni, che si concentrano tra la primavera e l’estate, crescono esponenzialmente i giorni di festa, in cui è necessario indossare abiti eleganti e adatti alle occasioni speciali.

Abiti da cerimonia per bambini, come per gli adulti, che devono essere pratici e comodi per consentirgli di muoversi e giocare in libertà, senza rinunciare ed essere eleganti, super chic e alla moda.

Gli abiti per le bambine in festa

Le bimbe hanno solo l’imbarazzo della scelta, tante sono le proposte di abiti da cerimonia pensate per loro dagli stilisti e dai numerosi marchi di abbigliamento. Alle bimbe viene spesso chiesto di avere un ruolo da co-protagonista in molte cerimonie, in quanto sono loro che fanno le damigelle o le porta-fedi, quindi devono essere particolarmente eleganti e curare il look in modo attento e ricercato.

cerimonia
La tendenza per i giorni di festa vede le femminucce in abitini dalle linee semplici in versione smanicata, ma in tessuti eleganti come il pizzo, la seta, l’organza e il raso. I colori sono chiari con un dettaglio tono su tono o a contrasto, come un maxi fiocco in tulle o in raso che disegna il girovita, o qualche perlina, paillette o elemento decorativo a disegnare il busto, oppure un vaporoso tulle che copre la gonna e la arricchisce in termini di eleganza.
L’outfit è completato da un semplice copri spalla in maglia, e scarpe basse nel modello classico a ballerina.

Gli abiti per i bimbi in festa

I bimbi hanno, per gli abiti da cerimonia, meno proposte rispetto alle bambine, ma anche loro possono indossare abiti sfiziosi ed eleganti adatti all’occasione. I più grandi, soprattutto se sono loro i festeggiati, perché ricevono la comunione o la cresima, possono optare per un completino in giacca e cravatta, in stile casual chic, in tessuti naturali come lino o cotone, nei colori più svariati ma non brillanti o lucidi, che risultano inopportuni perché eccessivamente eleganti e fanno troppo adulto e ingessato.
I più piccoli, che alle cerimonie fanno solo gli invitati, possono concedersi un look più disimpegnato e comodo, ma con stile: pantaloncini al ginocchio o lunghi, camicia e un maglioncino o un cardigan, oppure un gilet completato da un colorato farfallino, in seta o raso, che dà il tocco chic e fa molto giorno di festa.

Una vacanza da sogno ad Ibiza

Io e la mia ragazza siamo partiti per un viaggio a Ibiza nella prima settimana di luglio per godere di un tempo comunque caldo e soleggiato. Abbiamo trovato un’occasione online compresa di volo e hotel.

Siamo atterrati all’aeroporto dell’isola e in poco più di 20 minuti eravamo già all’hotel. Una bellissima struttura, molto elegante nei pressi di Playa d’en Bossa.
Questa cittadina è una delle zone più esclusive di Ibiza sia per la spiaggia a pochi passi che per i locali notturni, che dettano tendenza in tutto il mondo.
La spiaggia dell’hotel era ben attrezzata di ombrelloni, sdraio e bar con servizio cocktail sulla spiaggia.
L’acqua era un vero spettacolo con colori che andavano dalla trasparenza più assoluta a un turchese abbagliante. Tutte le varie spiagge che abbiamo visitato avevano questo denominatore comune, per la bellezza del mare e per i servizi offerti ai turisti. Alcune avevano un sapore esotico e un’ambientazione da cartolina, con le palme che facevano dolcemente ombra sul bagnasciuga.
San Juan è stata una delle nostre mete che più ci ha colpito per la tranquillità e la natura lussureggiante che circonda la spiaggia.

ibiza-mare-barche
La zona infatti ha un corollario di colline verdi dove molti turisti vanno anche a fare una passeggiata all’ombra della rigogliosa macchia mediterranea.
Nel centro cittadino è immancabile una passeggiata tra le case tipicamente basse e arroccate una sull’altra. Numerose sono le botteghe di artigianato locale che abbiamo incontrato, idealei per fare un po di shopping di prodotti tradizionali, anche con riferimento al cibo locale.
I vicoli di San Juan ci hanno colpito per la grande serenità che trasmettono e per l’ordine urbano molto semplice.
Anche Calo des Moro e Cala Llonga sono spiagge molto tranquille e ideali per chi vuole trovare un po di riservatezza. Abbiamo noleggiato un pedalò e ci siamo accorti che non era difficile trovare piccole rientranze e baie riparate, raggiungibili solo via mare.
Le cale sono una caratteristica predominante delle coste di Ibiza e diventa molto divertente scoprirne ogni giorno di nuove.
Tra le escursioni più divertenti ricorderemo con piacere quella al villaggio di pescatori di Es Canar, che ha un mercatino dove si trova davvero di tutto.
Alcune di queste spiagge come Sa Caleta, Cala Conta o Ses Salinas sono anche il luogo ideale se si vuole andare alla scoperta di meravigliosi fondali, popolati da coloratissimi pesci, corallo e fauna acquatica.
I locali che ci hanno consigliato in hotel non ci hanno deluso e tra tutti le discoteche Delano Beach e Pasha ci sono sembrate le più glamour, dove la gente si diverte in riva al mare fino al mattino.
Ci siamo anche divertiti alla ricerca di quei ristoranti tipici, perché amiamo la cucina esotica e non siamo rimasti delusi dall’uso di tanto pesce fresco e verdure soprattutto a crudo.
La gente qui si diverte e si appassiona alla movida leggendaria di questa isola da sogno.

Abbigliamento per neonato

Per le mamme in attesa e per quelle che hanno avuto un bambino da poco, basta girare per le vie del centro di Firenze per avere un’idea di quali sono le tendenze moda per l’abbigliamento da neonato a Firenze per un guardaroba alla moda.
Una cosa che non può assolutamente mancare sono i body di ogni colore e fantasia. Sono quelli che mantengono comodo il vostro bimbo, specie dopo avergli messo il pannolino.
Le tendenze sono orientate verso quelli a righe orizzontali blu e bianche ma anche bianche e rosse, con applicazioni fantasia come conigli oppure orsetti.
Potete trovarli sia a maniche lunghe che corte, specie per la prossima estate in arrivo, durante la quale potete usarli direttamente come magliettina.
Per le bimbe si trovano deliziosi vestitini soprattutto con fantasie floreali che subito attirano l’attenzione.
Quelli invernali sono soprattutto in velluto con decorazioni e inserti in raso per lo più con animali, mentre per la bella stagione si possono apprezzare quelli in fresco cotone con abbinata la coulotte per il pannolino.
baby
Per l’abbigliamento comodo che rende facile e veloce la vestibilità, ci sono un’infinità di tutine in ciniglia, cotone e anche imbottite, prima di fare il cambio stagione.
Sono uno degli indumenti che in effetti non può mancare nel corredino del vostro bambino, perché dovrete cambiarlo spesso e potrete anche variare nei colori.
Quest’anno il colore preferito sembra essere il rosso insieme al giallo, anche se non passano mai di moda il classico azzurro e il rosa per maschietti e femminucce e i colori pastello.
Per i cambi utili alle uscite si sono visti nelle vetrine fiorentine capi in jeans per bimbi e bimbe.
Quelli per bambini hanno un taglio classico e spesso sono associati a una felpa in cotone con scollo a barchetta oppure a coloratissime camicine con le bretelline.
Un look che è davvero da piccolo ometto.
Per le femminucce invece c’è una vasta scelta di gonnelline molto ampie con ricami floreali, di frutta o di teneri animali che li trasformano in bambini con uno stile veramente curato e molto chic.
Per i capi invece unisex quest’anno andrà molto di moda una tutina a pantaloncini tipo salopette, che farà la felicità dei bambini che si sentiranno sicuramente comodi e freschi.
Per le scarpine c’è l’imbarazzo della scelta, tra i sandali semi chiusi, minuscole scarpe da tennis con chiusura in feltro, e quelle tipo ballerine per lei e mocassino morbido per lui.

Una vacanza a Corfù

Per il mio viaggio in Grecia nell’isola di Corfù ho scelto tra i tanti traghetti da Bari a Corfù, quello che maggiormente faceva al caso mio per gli orari di partenza e di arrivo, il traghetto è un mezzo veloce che impiega 8 ore da Bari. Il viaggio è stato molto tranquillo, con la possibilità di fare una passeggiata sul ponte o di ammirare il panorama marino, comodamente seduto sui divanetti. Io e mia moglie abbiamo anche pranzato a bordo e devo dire che c’era una buona scelta di primi, di secondi e anche di dolci.
La nave era curata e pulita anche nei servizi igienici e il personale si è dimostrato molto cordiale e sempre disponibile all’ascolto.
Durante tutto il viaggio abbiamo anche fatto conoscenza di un’altra coppia diretta sull’isola, con la qualche abbiamo anche trascorso qualche serata molto divertente.
All’arrivo anche lo sbarco dell’auto è stato abbastanza veloce e subito ci siamo diretti al nostro hotel, nella zona di Benitses. La soluzione scelta è stata quella con angolo cottura, per essere liberi di cenare da soli quando lo avrebbe ritenuto opportuno e così è stato.
Essere a Corfù significa in qualche modo essere vicini all’Italia perché fu dominata dalla potente repubblica di Venezia.
beach
Tra i luoghi di fascino di Corfù abbiamo visitato in particolare due fortezze al centro di Kerkyera, che è l’altro nome della stessa isola. La prima è stata edificata nel IV secolo a.C che si è mantenuta in parte nei secoli ed è considerata quella “vecchia”. Al suo interno abbiamo potuto visitare un’interessante mostra di arte bizantina. La seconda fortezza, “nuova”, risale invece a circa 10 secoli più tardi ed è qui che si ritrova un simbolo familiare come il leone di Venezia. Lo stesso simbolo si incontra spesso passeggiando per Corfù, anche all’arrivo nel porto. Nei giorni seguenti abbiamo anche visitato il Palazzo Reale e la chiesa di Agios Spiridonas, che è il protettore della città.
Corfù che faceva parte del grande impero della Magna Grecia ha anche un interessantissimo museo archeologico.
Durante la nostra vacanza però il protagonista è stato il mare e le spiagge di una bellezza incontenibile che sono tipiche di questa isola. Tra quelle più belle che abbiamo visitato c’è la spiaggia di Dassia, che essendo soggetta a venti moderati si presta a fare sport sull’acqua. I fondali sono bassi ed è per questo che è popolata anche da famiglie.
Ci è sembrato comodo per spostarci sull’isola uno scooter che abbiamo noleggiato in un ufficio vicino all’hotel.
Un’altra spiaggia da ammirare nei suoi colori intensi è stata quella di Paleokastritsa. A poca distanza nel centro ci sono anche diversi negozi dove trascorrere un pomeriggio di shopping e trovare qualche souvenir da portare a casa.
Nella cornice marina di Corfù venne a soggiornare anche la Principessa Sissy nella sua Villa Achilleion, che noi abbiamo ammirato nella sua grande eleganza.
Ottime le cene a base di cibo locale e i divertimenti danzati in numerose discoteche e pub.

Una vacanza ad Ibiza

La nostra vacanza a Ibiza lo scorso giugno è stata un periodo di divertimento e di relax nello stesso tempo che ricorderò sempre con piacere. Eravamo un gruppo di amiche decise a festeggiare l’estate tra sole donne e quindi abbiamo cominciato a cercare online case ad Ibiza, l’affitto di una appartamento è sicuramente una buona soluzione che ci lascia maggiore libertà rispetto all’hotel.

La scelta è caduta sulla località di San Antonio, che pur essendo non proprio centrale, offre la possibilità di avere una casa vacanza immersa nella tranquillità, meno cara rispetto a zone come la capitale di Ibiza Eivissa, o di Sant’Eularia e di Playa. Queste ultime infatti sono più care ma comunque facilmente raggiungibili da San Antonio con un auto a noleggio o con i mezzi pubblici.
La spiagga di San Antonio è fantastica, con acqua dai calori cangianti e pulitissima, dove abbiamo trascorso rilassanti giornate ad abbronzarci e a giocare sul bagnasciuga.
Non poteva mancare anche un colpo d’occhio della costa dal mare e quindi abbiamo prenotato un’imbarcazione dalla quale ammirare la costa frastagliata e a tratti bassa di Ibiza.
Un’altra meraviglia della natura è la spiaggia di Ses Salinas, che è anche una grande riserva naturale a pochi passi da Eivissa. E’ un parco da visitare in bicicletta con specchi lacustri e lagune ad alta salinità. Qui migrano diverse specie di uccelli e la spiaggia ha un’acqua incantevole.


Un altro lido dove abbiamo trascorso due giorni è quello di Platja d’es Cavallet, caratterizzata da dune e acque turchesi.
La trasparenza delle acque e la grande biodiversità ha favorito una ricchissima fauna da osservare nei fondali di una bellezza incontenibile.
A Ibiza il divertimento è stato il leit motiv della nostra vacanza. A pranzo abbiamo visitato diversi bar sulla spiaggia e ristoranti tipici dove provare la gustosa cucina locale, tra cui consigliamo quella di Playa, oppure quella di Cala Conta dove attendere i più romantici tramonti della costa. Se amate invece le spiagge con sabbia a ghiaia, allora andate a Cala des Jondal, con acqua limpida e atmosfera tranquilla.
Cala Vadella invece è la spiaggia circondata dalla macchia mediterranea che colpisce per i colori che vanno dal verde all’azzurro del mare. Le spiagge di Ibiza sono sia attrezzate, molte delle quali con gli stabilimenti degli hotel vicini, e libere per chi vuole godere a pieno della bellezza dell’isola.
Per la sera abbiamo passato in rassegna tutte le discoteche più famose: l’Amnesia, il Sant Rafael, il Pasha, il Delano Beach per notti indimenticabili, ma anche il sofisticato club Blu Marlin. Abbiamo già deciso che ci torneremo la prossima estate con in nostri rispettivi partner.

Consigli pratici per arredare il tuo store

Arredare un punto vendita? I negozi online
Al giorno d’oggi, a causa dell’agguerrita concorrenza, nella gestione di un punto vendita non è più sufficiente l’esposizione dei propri prodotti per assicurarsi le vendite. Ogni dettaglio del negozio, dalla vetrina al bancone cassa, deve essere curato nei particolari e a questo scopo arrivano in aiuto i negozi di arredamento online, nei quali è possibile trovare le migliori soluzioni per l’arredo negozi, magari risparmiando sui costi .Il biglietto da visita: la vetrina
La vetrina viene spesso utilizzata per l’esposizione di un gran numero di prodotti, che, anche se ordinati in maniera maniacale, finiscono col creare confusione e con l’oscurare le occasioni realmente interessanti. La vetrina di un negozio rappresenta il biglietto da visita della propria attività commerciale, e come tale deve essere sintetica, ovvero mostrare i capi più interessanti, posizionando nella parte centrale quelli che potrebbero far fermare un gran numero di passanti. E’ bene che anche le decorazioni non siano ridondanti, in quanto, anzichè attirare, potrebbero rappresentare una distrazione. Sfogliando i cataloghi dei negozi di arredamento online è possibile trovare un gran numero di prodotti per l’arredamento di una vetrina, dai manichini alle vetrine espositive.
vetrine-store
L’interno del punto vendita
Nell’organizzazione della parte interna del punto vendita occorre creare gli spazi adeguati per mantenere il negozio il più ordinato possibile. L’entrata è uno spazio da lasciare libero da prodotti e da espositori, in modo che il cliente, entrando, abbia la completa visione dell’offerta del punto vendita. I prodotti vanno disposti nel modo più ordinato ed armonioso possibile. A questo scopo occorrerà munirsi di grucce, stender, espositori e vetrinette, a seconda della tipologia della merce in vendita. Acquistando queste componenti di arredo online sarà possibile scegliere la miglior soluzione possibile, al miglior rapporto qualità/prezzo. E’ bene provvedere, dopo 3 o 4 settimane, ad un cambio nella disposizione dei prodotti all’interno del punto vendita, in modo da rinnovarlo e da spingere a tornare anche chi ha già effettuato acquisti. Se ci sono prodotti che non sono stati venduti, è bene realizzare un angolo dedicato a questi, che possono essere ceduti a prezzo scontato, in posizione defilata rispetto a quelli nuovi, ai quali va dato più risalto.

Prenota il tuo aliscafo per Ischia

Trascorrere un fine settimana ad Ischia è stato un momento che mi ha lasciato degli splendidi ricordi.

Ho deciso di conoscere quella che viene definita ‘Isola Verde’ perché ero curioso di vedere le bellezze che mi erano state decantate da amici che avevano passato ad Ischia, una vacanza dalla quale erano tornati più che entusiasti.
Ho scelto –seguendo il loro consiglio- di lasciare l’auto in un parcheggio a Napoli e di imbarcarmi su uno dei tantissimi aliscafi per Ischia che la collegano in soli tre quarti d’ora da Napoli, arrivato  sull’isola ho approfittato di mezzi pubblici per visitarne i luoghi più pittoreschi. Avevo saputo che il tempo di 45 minuti poteva anche variare a seconda delle condizioni meteo marine ma, per fortuna, sia il viaggio di andata che quello di ritorno, sono avvenuti in totale tranquillità e con meno di 40 euro ho potuto usufruire di mezzi rapidi e confortevoli che mi hanno fatto vivere una bella traversata. Tra l’altro tutto molto pratico dal momento che, per risparmiare tempo, ho potuto effettuare la mia prenotazione online risparmiando il tempo di fare la fila e di scegliere gli orari con un certo anticipo.
castle Aragonese of Ischia,Italy
Una volta arrivato sulla piccola isola ho avuto conferma di quanto veritiere fossero tutte le dimostrazioni di amore rivolte da tanti poeti a questi ameni luoghi così ricchi di bellezze del suo territorio dove, un capitolo a parte meritano le spiagge più belle. Da Citara a Carta Romana, da Maronti a San Francesco e Mandra, ognuna di queste merita di essere vissuta pigramente sdraiati a godere il sole e il limpido mare.
Ho avuto modo di visitare altri luoghi unici e pittoreschi come le famose fumarole di Sorgeto e dei Maronti, il cosiddetto ‘fungo’ di Lacco Ameno, il monte Epomeo e la baia di San Montano. Ma mi sono dedicato anche all’esplorazione di alcune perle artistiche come il celebre Castello Aragonese, la Torre di Michelangelo e, a Forio, la chiesa del Soccorso.

La movida che riempie le serate di Ischia si sviluppano in tantissimi locali trend come quelli che si trovano nel caratteristico borgo di Sant’Angelo o vicino ai bellissimi giardini Poseidon oltre che, ovviamente, a quelli ubicati sui litorali più affollati dell’isola.
Tutto questo ha composto un incredibile puzzle che hanno realizzato il mio week-end in un momento di relax misto a un vivace divertimento che vorrò rivivere alla prima occasione utile.

Cosa fare in caso di vacanza rovinata

Ho sempre considerato la vacanza come tante altre persone: una parentesi dove potersi ricaricare dalla fatica e dallo stress accumulato durante un anno di lavoro e poter fare quelle cose che non possiamo fare. Per le ferie di questo agosto avevo progettato, insieme alla mia compagna e ad una coppia di amici di trascorrere una settimana ai tropici, per coronare un sogno sempre alimentato dai racconti degli amici che c’erano già stati. Scelta la destinazione e prenotato il volo, non mi restava altro da fare che far passare velocemente quel tempo che mi divideva dal mare, dal sole e dall’allegria di un posto che mi avrebbe offerto tante occasioni per divertirmi e vivere la meritata vacanza.

Finalmente trascorso quel tempo di attesa, mi ritrovavo con la mia ragazza e la coppia di amici tre ore prima della partenza del volo prenotato, predisposti a far passare quelle ore che ancora ci dividevano con un mare color smeraldo che attendeva solo i nostri tuffi. Fu proprio al momento di scrutare il tabellone che annunciava i voli che mi accorsi che qualcosa non stava andando per il verso giusto perché, tra i voli in evidenza, non c’era quello con il quale ci dovevamo imbarcare.
Pensavo fosse una stranezza maì non avevo motivi di dubitare e così, raggiunsi tutti gli altri al bar per un ultimo caffè.

volo-annullato
Vissi un incubo nel momento stesso che arrivai al desk accettazione, dove un’imbarazzata assistente di terra stava subendo un vero assalto da parte di altri passeggeri che avevano saputo che il volo era stato annullato per motivi tecnici ed essendo in altissima stagione la compagnia charter non aveva potuto riproteggere nessun passeggero a causa della indisponibilità di voli alternativi. Eravamo tutti invitati ad attendere nuove comunicazioni in merito mentre molti viaggiatori, stavano esplodendo tutta la loro rabbia prendendosela con la povera ragazza del tutto incolpevole del fatto.
Le ore passarono lente senza che nessuna notizia ci venne data dal personale di terra fino a quando, a notte inoltrata, fu certo che con era possibile volare con quella compagnia per quella destinazione per almeno una settimana; cosa, questa, che mandava a monte la nostra sospirata vacanza tropicale.

Mi recai in un’agenzia di servizi che avrebbe seguito la procedura per l’ottenimento del rimborso di quanto pagato senza averne usufruito, tanto più che esiste una legislazione internazionale che tutela il passeggero in causa di inadempienza da parte di un vettore aereo, per saperne di più puoi consultare il sito www.risarcimentovolo.it. Compilai uno specifico modulo, dopo che l’agenzia di rimborso aveva accertato l’avvenuto disservizio, che mi avrebbe fatto recuperare quanto avevo sborsato per un volo non usufruito che mi aveva impedito di andare in vacanza.