Calcio Napoli una passione nelle vene

Quando si parla della città di Napoli non si può prescindere dal rapporto viscerale e profondo della città con la propria squadra di calcio, tutti i veri tifosi seguono la squadra Napoli calcio online, in TV allo stadio con ogni mezzo possibile. Si può dire che quella tra Napoli ed il Calcio Napoli è una storia d’amore infinita, che tra alti e bassi va avanti da quasi un secolo.

Il Calcio Napoli è senso di appartenenza, amore incondizionato e forma di riscatto rispetto ad una quotidianità che troppo spesso non è ancora fatta di stabilità economica ed esistenziale. Che il Calcio Napoli sia una vera e propria fede lo si è compreso tante volte nel corso degli anni, come ad esempio negli anni della Serie C, quando lo stadio San Paolo era sempre pieno, nonostante la formazione azzurra fosse relegata in campi e contro squadre più che di provincia.

Ma quando nasce il Calcio Napoli e con essa una passione che ha cominciato subito a scorrere nelle vene dei tifosi? Tutto ha inizio la mattina del 1 agosto del 1926: è in quella data che Giorgio Ascarelli, all’epoca proprietario di una delle tante squadre che Napoli poteva vantare, decide che è giunto il momento di dare alla città una sola rappresentante, in grado di creare senso di appartenenza e amore incondizionato. Nasce così il Napoli Calcio, che inizia la sua storia quasi centenaria, nel corso della quale tra alti e bassi ha segnato il calcio italiano. In maglia azzurra transitano campioni del calibro di Sivori, Savoldi, Zoff, Krol, solo per fare tre nomi e in panchina si siedono mostri sacri come ad esempio Pesaola, che sarà il primo a sfiorare lo scudetto con gli azzurri. Il sogno si avvera negli anni ’80, quelli di Maradona e di Ferlaino, che portano a Napoli 2 scudetti, 1 Coppa Ueda, 1 Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana.

Il futuro del Napoli sembra quello di una squadra destinata a competere per molti anni con lo strapotere delle compagini del Nord ed invece ad inizio anni ’90 inizia la china discendente, che porterà il Napoli in Serie B ad inizio 2000 e poi al fallimento, dopo diversi passaggi di proprietà, nel 2004. Questo è però l’anno della rinascita: l’arrivo di De Laurentiis segna l’avvio della risalita e in questi anni, oltre a grandi giocatori e tecnici, come Benitez, Sarri e Ancelotti, sono arrivati ottimi giocatori e stagioni entusiasmanti, condite da alcune vittorie, come la Coppa Italia, vinta per 2 volte.